Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Iniziativa Uno di Noi

 

Confrontandomi con attivisti e simpatizzanti del Movimento 5 Stelle e con semplici curiosi che magari per 15 minuti, un’ora oppure una serata intera hanno ascoltato i nostri programmi a livello locale, regionale e nazionale. In molti mi hanno chiesto novità su questo o quel provvedimento, sul percorso di alcuni progetti di legge del Movimento 5 Stelle, come abbiamo votato, come si scrive un emendamento. Mi hanno sorpreso le numerose richieste dai territori sui modi e le tecniche per scrivere un’interrogazione parlamentare, cos’è una mozione, un ordine del giorno, come leggere gli atti, come si può intervenire in maniera incisiva sulla macchina amministrativa a livello comunale, a livello regionale e non solo. Ho trovato donne e uomini curiosi, preparati, consapevoli.

Ho la fortuna di avere ottimi collaboratori e ottimi colleghi, assieme ai quali sono cresciuto, ho imparato e mi piace pensare di aver dato un buon contributo. Mi piacerebbe che qualche attivista pugliese trasmetta questo sapere, questa esperienza, quanto facciamo qui dentro anche sui territori, anche e soprattutto per farsi portavoce nella sua comunità delle istanze (e del peso delle stesse) anche qui, a livello nazionale.

Ho la possibilità di fare qualcosa. Quando sono stato nominato Presidente della Giunta delle Elezioni della Camera dei Deputati ho potuto assumere più collaboratori rispetto ai miei colleghi del Movimento 5 Stelle. Ho avuto questa fortuna, che comporta certamente oneri lavorativi aggiuntivi, ma che mi ha dato la possibilità di approfondire anche altri ambiti rispetto a quelli di chi non ha questo tipo di incarico.

Ora ho deciso di mettere a disposizione degli attivisti pugliesi un ulteriore strumento di interazione e di lavoro. L’ho chiamato M5S #UnodiNoi.

A partire da settembre, darò la possibilità ad un attivista pugliese certificato, riconosciuto dal suo gruppo locale come preparato e competente, di venire a lavorare qui con noi per tre mesi. Non lo sceglierò io, potrei anche non conoscerlo, potrei anche non stimarlo. Non mi interessa, perché se fossi io a sceglierlo darei un motivo a tante malelingue di dubitare dell’integrità della proposta, della sincerità che mi spinge a mettere a disposizione questo strumento. I candidati saranno decisi dal territorio. Io mi adeguerò.

Voi mi direte chi. Prossimamente vi dirò come e quando.
Oggi mi basta avere detto perché