Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Il mio staff

Da tempo continuano ad arrivarmi domande sulla questione dei collaboratori dei parlamentari. Non ho mai nascosto i nomi e ho anche rilasciato alcune dichiarazioni ad alcune testate locali in cui rispondevo alle domande su questo tema.

Facciamo chiarezza, ancora una volta.
Ho assunto tre collaboratori che seguono specificamente il mio ufficio.
Non sono gli assistenti del gruppo parlamentare, per i quali mesi fa venne aperta una selezione ed un indirizzo mail per candidarsi ed inviare il curriculum.

In seguito alla mia elezione come Presidente della Giunta delle Elezioni della Camera dei Deputati sono aumentati i carichi di lavoro e per questo ho dovuto assumere, a differenza di altri deputati, più di un collaboratore. Come presidente potrei dotarmi di ulteriori assistenti, ma visto che facciamo della razionalizzazione della spesa uno dei nostri cavalli di battaglia ho deciso di non assumere personale non necessario. Con somma gioia dei miei collaboratori, ho ridotto anche del 25% lo stipendio che potevano percepire. Al momento ho due dipendenti che percepiscono una retribuzione ad un II° livello dipendente pubblico, che seguono la mia agenda politica e gli atti da presentare ed un dipendente che percepisce una retribuzione pari ad un IV° livello dipendente pubblico che è il direttore della mia segreteria. Gli schemi delle retribuzioni sono sul sito della Camera dei Deputati.

Ho scelto i miei collaboratori in base a criteri di competenza, fiducia e vicinanza alla causa del Movimento 5 Stelle. Il direttore della mia segreteria è Leonardo Di Pilato, 49 anni, biologo della ASL con diverse esperienze di consulenza amministrativa ed un mandato da indipendente, senza tessera di partito, come assessore all’ambiente della giunta comunale di Andria del sindaco Zaccaro. Segue le attività e le iniziative del Movimento 5 Stelle sin dal 2010.

Il mio collaboratore personale è Vincenzo Napolitano, 27 anni, laureato in Relazioni Internazionali: a lui il compito di seguire le questioni politiche che riguardano il mio mandato da portavoce, sia a livello nazionale, sia a livello locale. Attivista di lungo corso, fin dal 2007 segue le esperienze dei meetup e delle liste civiche del Movimento 5 Stelle. Secondo me, prima o poi, ci scriverà un libro. Se non impazzisce prima, s’intende.

Senza voler sminuire tanti altri attivisti capaci, avevo già reso noto prima della campagna elettorale che il mio collaboratore personale sarebbe stato scelto fra i due profili. Mi piace pensare di essere stato coerente con quanto detto prima di essere eletto.

Ultime ma non meno importanti, Rossella Lopetuso, 23 anni, e Vincenza Lasciarrea, 25 anni, che si occupano dei miei impegni sul territorio e di gestire le relazioni con i gruppi territoriali.